Segni e Impronta

Il Counselling

Orientamento gestaltico-umanistico-transpersonale Il counselling è uno specifico strumento di lavoro che consente agli operatori di aiutare le persone, i gruppi e le organizzazioni a riconoscere le loro difficoltà, le loro sfide e a trovare al loro interno le energie mentali ed emotive per individuare soluzioni adeguate. I settori d’ intervento del counselor sono molto ampi sia nel settore pubblico che privato: dall’ ambito aziendale a quello religioso, dalle aree socio- sanitarie a quelle pedagogico- educative. Il counselor non può prescindere dalla conoscenza di sè e dal riconoscimento delle sue caratteristiche di personalità (punti di forza e punti di debolezza). Il counselor , secondo l’ ottica della formazione integrata a orientamento gestaltico-umanistico-transpersonale, si definisce all’ interno di una cornice fenomenologica e aderisce ai valori dell’ etica umanistica , con i quali si confronta e si misura in tutti i suoi contesti di vita (famiglia, lavoro, etc.). In sintesi i valori etici a cui aderisce sono i seguenti : crede nel potenziale creativo inscritto nell’ uomo contribuisce ai vari livelli del suo operato a far evolvere la coscienza individuale e collettiva considera il potere – dominio come una perversione della società e si impegna a individuare i germi dentro se stesso, nelle persone, nei gruppi e nelle organizzazioni promuove una vera e propria pedagogia dell’ascolto in cui trasparenza,empatia, autenticità e comprensione sono gli aspetti portanti sollecita il contatto fisico, emotivo e cognitivo tra le persone per favorire il confronto e la cooperazione crede nella forza del desiderio, della passione e del sogno come elementi fondanti della creatività riconosce e aiuta ad individuare i conflitti come occasione per esplicitare i differenti punti di vista evidenziando gli ostacoli ad un ascolto reciproco utilizza in tutti i contesti di vita e di lavoro il metodo democratico lavora all’integrazione dei modelli teorici e delle tecniche d’intervento provenienti dalla psicologia umanistica, dalla psicoanalisi nonché da tutte quelle discipline che mettono al centro la conoscenza dell’uomo ( religione,filosofia, storia, etc.). Finalità del counselor – Sviluppare la conoscenza e l’apprendimento del processo di comunicazione – aumentare la capacità di comprensione di sé e degli altri – sviluppare l’empatia e la sensibilità al rapporto interpersonale – facilitare la consapevolezza di sé e dei propri stati interiori – valorizzare la propria creatività e le proprie risorse – acquisire strumenti, tecniche, modalità d’intervento nella relazione d’aiuto – sensibilizzare alla ricerca, all’esplorazione, all’elaborazione dell’esperienza personale e lavorativa – sviluppare gruppi e contesti di auto-mutuo-aiuto Campi d’intervento Counseling individuale, di coppia, famigliare, di gruppo e organizzativo Orientamento scolastico Conduzione di gruppi di mutuo-aiuto Conduzione di gruppi per il recupero dell’intelligenza emotiva Conduzione di gruppi per favorire la relazione genitori-figli Conduzione di gruppi su rilassamento, gestione dello stress e consapevolezza corporea Interventi sulla promozione del benessere personale Interventi psico-pedagogici rivolti alle famiglie Interventi di empowerment per il benessere emotivo e il potenziamento dell’autostima Interventi di socializzazione per anziani Accompagnamento ai malati terminali Gestione interventi intercultuali